• Pubblicata il
  • Autore: Dorian
  • Categoria: Racconti gay
Incontro al Buio con il mio Marito - Treviso Trasgressiva
  • Pubblicata il
  • Autore: Dorian
  • Categoria: Racconti gay

Incontro al Buio con il mio Marito - Treviso Trasgressiva

Vi racconto una cosa pazzesca...


Sono Dorian, marito di William, siamo ragazzi Bolognesi, da 3 anni che ci siamo sposati e sempre cerchiamo di riprendere in mano la situazione sessuale quando pensiamo che si sta perdendo la fiamma della passione.


Sempre succede, ma penso che tutti dobbiamo riprendere la situazione se vogliamo portare avanti la relazione senza complicarci. Ho presso un'altra scheda telefonica senza dirle niente, ho iniziato a scriverle dicendo che voglio conoscerlo, dicendo che so tutto su di lui, nome, il suo posto di lavoro, le ho detto che sono andato al suo negozio tante volte, e lui ha caduto nel gioco.


Non è che io faccio questo per vedere se lui mi tradisce, magari anche io lo farei, sono consapevole di tutto quanto significa questo, e vado avanti.


Tra vari giorni di messaggi tra di noi, ci scriviamo, ci salutiamo, e ci sentiamo solo su sms eppure su whatsapp. Da tante volte, ci siamo messi d'accordo in incontrarci presso un caffè della città, proprio in centro, un posto tranquillo in cui potevamo parlare.


Era un sabato, erano le 15.30, ero seduto nel tavolo più lontano, in fondo dentro il locale quando vedo che lui entra e va diretto dove sono io.


Io pensavo di sorprenderlo, ma la sorpresa era per me, lui mi ha portato un mazzo di fiori, e mi ha detto: Ciao!!! Grazie per scrivermi tutti giorni, per salutarmi, e augurarmi sempre il meglio di ogni giorno!!!


L'ho chiesto se lui era arrabbiato, mi ha detto: " all'inizio si, solo che dopo ho conosciuto ogni punto di come scrivi e ti ho identificato... Scusami cielo!!! Non era la mia intenzione. Solo volevo riscattare quello che una volta ci ha unito. Ti ho fatto venire per dirti che mi piaci tantissimo e che proprio oggi voglio fare l'amore con te come se fossi una persona strana, una che non conosco, tipo al buio... E' una mia fantasia e voglio farlo... Vuoi?


Lui mi ha detto, Ok, dai, non c'è niente da dire.... Andiamo...


Nella mia macchina, mentre guidavo, lui mi toccava il cazzo, mi leccava, mi baciava, e mi guardava con quel sguardo accattivante che mi eccitava...


Siamo andati n'un motel vicino, e ci siamo sdraiati sul letto, tutti nudi, con tante voglie, iniziando con baci, carezze, succhiate, pompini, dilatazione anale, delizioso, davvero è stato un incontro favoloso. Eravamo come quelli due sconosciuti che non si hanno mai visto e si hanno trovato solo per scopare, non eravamo la coppia, eravamo due strani con voglie di fare il sesso. E l'abbbiamo fatto.... Dopo quasi due ore di sesso insaziabile, sborrate intense, solo restava tornare a casa, continuiamo il gioco, lui mi ha lasciato in quel caffè, e sono arrivato a piedi a casa, lui mi aspettava come se non fosse successo nulla, mi ha chiesto dove cazzo ero io, subito ho capito il gioco.... Ho risposto che ero ancora al lavoro, e dopo lui mi ha preparato la cena, e mi ha scopato con furia un'altra volta...


Davvero che quell'incontro al buio ha servito tantissimo... Adesso ci mettiamo a ridere... E pensiamo come possiamo fare per avere un prossimo incontro... Sogno con la prossima occasione...


Sono innamorato di lui e lui di me.. E quello è una forma di passare ogni giorno contenti...


Anche quando ci troviamo al buio come due ragazzi sconosciuti.

Vota la storia:




Iscriviti alla Newsletter del Sexy Shop e ricevi subito il 15% di sconto sul tuo primo acquisto


Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali come previsto dall'informativa sulla privacy. Per ulteriori informazioni, cliccando qui!

Non ci sono commenti

Per commentare registrati o effettua il login

Accedi
Registrati